Passa ai contenuti principali

Tra ciurilli e glutei sferici. Diario di una colazione

Cari naviganti e cari prosumer,
avete visto che bello il fiore di zucchina appena sbocciato? Si tratta di uno dei tanti splendidi prodotti del famoso orticello nei pressi della casetta al mare in Puglia dove ho trascorso l'estate 2015. Ormai la bella stagione sta giungendo al termine e, dunque, che senso ha parlare ancora di bellezze dell'estate? Semplice! Perché le zucchine si mangiano quasi in tutti i mesi dell'anno e, ad ogni modo, vedere certi fiori sbocciare sotto il caldo sole estivo è uno spettacolo meraviglioso che nebbia e pioggia non offrono.
Dovete sapere che a Napoli i fiori di zucca sono noti come “ciurilli” che vengono mescolati in una pastella fatta di acqua, farina e lievito e in seguito fritti in padella. Una vera prelibatezza da annoverare nella lista del cibo da strada, anche se, a dire il vero, a Napoli siamo soliti cucinare i ciurilli anche come antipasto o stuzzichino per il pranzo o la cena. Vi darei la ricetta specifica, ma non la conosco con perfezione perché ognuno ne ha una propria che in ogni famiglia si tramanda di generazione in generazione; quindi, se vi trovate a passare dalle mie parti, vi suggerisco di assaggiare un ciurillo in una delle tante pizzerie del centro storico.
Dovete sapere, che nella stessa mattina in cui mi sono accorta che dalle foglie che cingevano il bordo del mio terrazzino stava per sbocciare la zucca, ero impegnata in un esercizio di allenamento fai da te mirato ai glutei. Sapete com'è no? D'estate il lato B è messo in bella vista e di certo io non voglio sfigurare. Per essere precisa, mi stavo dedicando a sperimentare un video tutorial che suggeriva di effettuare gli squat con l'aiuto di una sedia. Bene. Ci ho provato e devo dire che ne sono soddisfatta. Io ho eseguito l'esercizio in questo modo
  1. Prendere una sedia
  2. Posizionarsi a circa 10/20 cm di distanza
  3. Sedersi, spingendo i glutei verso il sedile senza però sedersi del tutto e poi tornare su.
  4. Io personalmente ho effettuato tre serie da 20 ripetizioni e ci ho aggiunto anche 10 minuti corda.
  5. Ho fatto una doccia, ho messo il costume e sono andata in spiaggia con il mio amore :)


Ricordandovi che i miei racconti li trovate sul blog iraccontidellafatauncina.blogspot.it, vi mando un grosso bacio.

Alla prossima lampadina!

La fata uncina.






Google+ Badge