Passa ai contenuti principali

La ricetta per donne in carriera: the tasty grape


La ricetta per diventare donne in carriera in quest’era liquidissima è il sogno nascosto di molte di noi. The Tasty Grape è la fata coraggiosa che può darvi un succoso consiglio per raggiungere questo sogno.
Ve lo ricordate il film esordio di Meg Ryan “La donna in carriera”? Forse come me, alcune di voi non erano ancora nate quando questo film è stato girato. Se potete guardatelo perché  ha molto da insegnare sull'ascesa professionale in rosa. 
A questo mi ha fatto pensare The Tasty Grape quando tra uno scorrimento di pagina e l’altro e in pochi like mi ha fatto vivere un’esperienza extrasensoriale nel suo mondo green e naturalmente… tasty!


I super poteri di un cappello verde


The Tasty Grape è una fata coraggiosa con un bellissimo cappello verde: è saggia e dà consigli preziosi sul buon cibo e sul buon vino delle Langhe, un paradiso contornato da castelli medievali, dolci colline, foglie di vite e cedri secolari. Il suo tuffo nel mare digitale avviene quasi per gioco, assaggiando delicati piatti delle tradizione piemontese con un tocco moderno ed avanguardista dei ristoranti locali. A suon di selfie e di click, l’idea di questa fata ha lentamente preso forma con semplici foto dove passione, creatività e personalità si intersecano in un unico, semplice scatto. 
Nasce così “The Tasty Grape” colei che vive con una macchina fotografica in mano (o meglio il suo iphone) e grazie ai misteriosi poteri del suo cappello verde offre consigli sui vini più buoni, sui produttori di qualità, sempre nel mistero del suo cappello verde.


Due donne in carriera digitale


 Chi legge la nostra pagina di instagram o il nostro sito, spero si senta ispirato come lo
 siamo noi ogni volta che pensiamo ad una ricetta, un nuovo prodotto o un viaggio!

La verde storia di questa fata coraggiosa nasce sul finire del 2014, nel pieno boom dei Social Network che hanno spinto migliaia di utenti a “traslocare” sulle piazze virtuali per comunicare con amici, parenti e conoscenti. The tasty grape ha scoperto di avere i poteri magici per condividere i suoi preziosi consigli e che la sua linfa vitale era lo stesso mare in cui navigava: i feedback degli utenti.
Share dopo share, mi piace dopo mi piace e visualizzazione dopo visualizzazione, come d’incanto questo piccolo progetto si è trasformato in qualcosa di più e oggi:

«dietro il cappello verde si celano due giovani imprenditrici, due sorelle, Barbara e Federica, che hanno deciso di far diventare i consigli firmati “The Tasty Grape” una realtà: hanno assaggiato, scoperto, selezionato ed amato alcuni prodotti del territorio per metterli online ed alla portata di tutti, affinché tutti potessero vivere questo viaggio “sensoriale” nelle Langhe».

ps: ho avuto la fortuna di conoscere solo una delle due, ma credo di aver capito che sono come Terry e Maggie, hanno la telepatia. Parli con una, risponde l'altra. 


La ricetta per mettere d’accordo il leone e la gazzella


La creatività è donna? Ai posteri l'ardua sentenza. Fatto sta che, ogni nano secondo, un numero infinito di donne ha una nuova idea. Ognuna di loro sa che dovrà fare come "Il leone e la gazzella"  se desidera concretizzare un’iniziativa. I progetti a quattro mani sono quelli che vanno avanti e ne ho avuto conferma quando ho scoperto che The Tasty Grape è guidato non da uno ma da due esseri speciali, due adorabili fatine che mi hanno spiegato come fanno a correre veloce nella giungla delle carriere digitali e self-made:

«Il nostro progetto è ciò che ci spinge ad andare avanti, è un lavoro costante colmo di avvolgente creatività e passione, che coinvolge tutti i sensi, e non si limita a stare dietro una scrivania 8 h al giorno. Scopriamo piccoli, semplici e naturali produttori, ed entriamo nel loro mondo, rimanendo noi stesse entusiaste e stupite. Credo che il ritornello “Perché sei un essere speciale” sia proprio ciò che definisce una donna: con una marcia in più, con il senso in più e con un infinita voglia di fare».


Unicità fa rima con semplicità
Una delle succulente bomboniere di The Tasty Grape


Le donne amano stare al centro dell’attenzione e anche on line vogliono trovare un modo per essere originali sia con le immagini e sia con i propri contenuti testuali. Per esempio, instagram pullula di fanciulle che condividono i propri sentimenti affidandosi alle strofe di una canzone, citando film oppure, come fa la sottoscritta, scrivendo pensieri autentici, ispirati dal vissuto quotidiano.
Quando si ha intenzione di costruire qualcosa che va oltre la semplice condivisione di uno stato d'animo, bisogna ponderare bene che cosa pubblicare e perché pubblicarlo, impegnandosi per rendere felici i lettori. Una volta trovate le risposte, è importante trovare l’unicità del proprio mondo virtuale e renderlo riconoscibile tra mille altri. 
La semplicità sembra essere la formula segreta che contraddistingue The Tasty Grape:

«Il progetto “The Tasty Grape” è unico, semplicemente perché la donna dal capello verde è misteriosa, sapiente ed unica e apre le porte di un universo a 360 gradi in ciò che appassiona di più le due fate che lo hanno fondato: cibo, vino, abbinamento cibo-vino, video ricette, speciale viaggi e speciale bomboniere. I nostri abbinamenti cibo- vino sono delle confezioni curiose per tutti i palati: e con nomi particolari come “Welcome to Langhe”, “Welcome to Barolo” …creando un percorso sensitivo per chi li assaggia e un passaporto cartaceo».




Una fata alla ricerca dell’antico tempio della carta


Chi segue questo blog sa che sono affascinata dal mondo digitale e che amo chiedere alle fate coraggiose che cosa ne pensano a riguardo. Ecco il parere di The Tasty grape:

«Se non fossimo nell’era digitale, The Tasty Grape sarebbe sicuramente una rivista per appassionati. La carta era il riferimento di tutti una volta: per questo sfrutteremmo il suo potenziale passato per arrivare ai nostri “seguaci di una volta”. E poi i migliori scrittori, poeti…non avevano un iphone!»

Mi piace di qui, mi piace di là…

«Sapere che qualcuno legge i tuoi post o apprezza i tuoi fa piacere! Però non è solo questo che ci spinge ad andare avanti…»


Oh care calorie oh belle calorie oh quanto è bello o' magnà 


Giunta a questo punto dell’intervista, non ho potuto fare a meno di chiedere anche alle due fatine dal cappello verde che cosa ne pensano con le calorie e come fanno a rimanere in forma nonostante il cibo sia parte integrante del loro lavoro. La risposta a questa domanda è stata secca:

«I conti con le calorie? Ma questo è lavoro... siamo giustificate!»

     Una ciambella rosa o blu? 

Saranno forse le influenze del mondo che mi circonda, le riviste che leggo, i racconti che scrivo, ma ho sempre avuto una certa curiosità sui paragoni tra uomo e donna. Sono convinta che maschi e femmine abbiano molto in comune quando si tratta di raggiungere un obiettivo, ma è la grinta che rende unico il sesso rosa e le mie fate coraggiose me lo dimostrano intervista dopo intervista:

«Il fare impresa al femminile è diverso: noi donne abbiamo un qualcosa in più e nessuno lo nega. Passione, determinazione ci accompagnano…quindi fingers crossed!»

Si parte!


Il blog racconti della fata uncina ha una storia tutta sua e, forse, dovrei aprire un piccolo spazio per raccontarla a chi mi segue. Quindi, se avete questo desiderio, fatemelo sapere commentando questo post. Intanto, vi dico che due elementi che hanno ispirato la nascita di questo angolo virtuale sono l’amore per ciò che non conosco e il desiderio di scoperta che solo i viaggi riescono a soddisfare. Per questo, come di consueto, ho chiesto anche a The Tasty Grape il significato dei viaggi reali e mentali:

«Noi viviamo di viaggi: è l’unica cosa che compri e che ti rende più ricco…! Lasciamo un pezzo di cuore in ogni posto che visitiamo, in ogni cultura, tradizione che impariamo ad amare. Il viaggio mentale è lo specchio per occhi nuovi».


Essere una fata coraggiosa…  


C’è chi piange perché ha le doppie punte e chi sorride perché vede il lato positivo delle cose. È questo il mood che caratterizza le fate coraggiose. Non hanno ali e capelli che fanno splash, ma sanno usare la bacchetta magica come la spada di un cavaliere per non arrendersi anche quando il mondo rema contro, anche quando mancano alleati per combattere in nome di una giusta causa. Guardando l’orizzonte seduta su una panchina colorata, una delle due fatine dal cappello verde mi ha rivelato che:

«Una fata coraggiosa è colei che segue i suoi sogni, anche se faticosi da raggiungere, ma che, affrontando le avversità che le si presentano, va avanti per la sua strada».


Vi è piaciuto questo post? Che cosa è per voi una fata coraggiosa? 

Un saluto e alla prossima lampadina!


Google+ Badge